blog

Come siamo diventati i maestri del cotto da esterno

By 23 novembre 2017 No Comments
cotto per esterni

Grazie alla nostra esperienza siamo diventati gli specialisti del cotto da esterno.

Piastrelle certificate antigelive, antisdrucciolo e carrabili.

cotto per esterni

A metà degli anni 70 mio padre inizia la sua carriera all’interno di una grande azienda di laterizi. Da allora sono passati ormai più di quaranta anni. In questo lasso di tempo di esperienze ne abbiamo vissute, gestite ed abbiamo imparato molto, soprattutto su ciò che bisogna sapere per produrre manufatti in terracotta che siano eterni se posati all’ esterno.

Le caratteristiche per cui garantiamo il nostro cotto all’esterno sono l’antigelività, l’antisdrucciolo e la carrabilità.

  1. LA QUALITA’ DELLE CRETE.  Naturalmente non tutte le crete sono uguali: ciascuna ha degli elementi che ne determinano oltre agli aspetti estetici,  le caratteristiche di resistenza meccanica e di flessibilità. Da anni abbiamo fatto innumerevoli prove su vari tipi di creta (umbra, marchigiana, emiliana) e siamo giunti alla conclusione che le crete toscane sono quelle che maggiormente hanno soddisfatto le nostre aspettative. Inoltre la nostra forza sta nel lasciare decantare la creta dopo essere stata estratta per diverso tempo così da irrobustirsi prima di essere forgiata.
    cotto per esterni

    Un casolare alle porte di Roma con un cotto rosato per esterni

  2. LA TEMPERATURA DI COTTURA. Non tutte le crete hanno bisogno della stessa temperatura di cottura. Un cotto prodotto con la creta umbra non può cuocere ad una temperatura superiore ai 1000°C. Un cotto toscano invece, a causa dell’alto contenuto di ferro, necessita una temperatura di cottura di 1022°C. Questa alta temperatura rende il nostro cotto  coriaceo al gelo. Ti allego una immagine di quello che accadrà al tuo pavimento se non fosse arrivato alla temperatura necessaria.
    cotto per esterni

    Questo è ciò che accade al tuo pavimento se utilizzi un cotto che non ha raggiunto la giusta temperatura di cottura

  3. LA FORGIATURA. Naturalmente un’ altra caratteristica che determina la durezza del cotto è il modo in cui ciascun mattone viene creato e forgiato. Ci sono delle regole ben precise con cui prendere la quantità di creta necessaria (il cosiddetto pastone) e procedere alla forgiatura di una piastrella.

Ti garantiamo che ti innamorerai del tuo cotto Fornace Cotto Antico per esterni, per sempre.

Non perdere l’occasione di acquistare il tuo pavimento per esterni, Contattaci

Fornace Cotto Antico, gli specialisti del cotto per esterni